La “Cantinetta” di Livorno

Livorno probabilmente non è tra le mete più ricercate della Toscana ma nasconde angoli di pura autenticità locale, tra i quali il Porto Vecchio con la Fortezza Medicea e il quartiere chiamato “la Venezia”, dove sembra di passeggiare nei pressi di un canale della città lagunare.

In realtà questo post vuole mettervi a conoscenza della prelibata cucina del mio ristorante di pesce preferito, meta fissa ogni volta che mi fermo a casa a Marina di Pisa.

Proverò a non distrarmi troppo pensando ai suoi piatti.

La prima impressione che si ha entrando nella trattoria “La Cantinetta” è quella di essere tornati indietro nel tempo, nel classico locale dove chi lavorava al porto cercava un buon pasto caldo: all’esterno non c’è insegna con il nome del locale ma una semplice scritta “Vini” e appena entrati si capisce il perché. Prima di raggiungere la sala con i tavoli, infatti, è possibile esaminare la pregevole selezione di vini a disposizione da accompagnare alle portate. Dopo che il gentile Giovanni, proprietario della trattoria, vi avrà indicato il tavolo e inizierete a sfogliare il menù (in buona parte scritto a mano, in quanto le portate variano in base alla stagione e al pesce pescato) sarete indecisi su cosa gustare.

Personalmente non posso rinunciare all’antipasto misto di mare dove tra il sautè di cozze e vongole, l’insalata di polpo (sempre morbidissimo) e (in base alla stagione) chioccioline di mare, panzanella e “sua maestà” la pappa al pomodoro con frutti di mare potreste già essere pienamente soddisfatti. Con i primi potrete sbizzarrirvi tra paste al sugo di razza, polpo, granchio e altre in base al pescato, anche se la carbonara di mare merita sempre un assaggio.

Chi preferisce il secondo avrà solo l’imbarazzo della scelta: fritti misti, orate, branzini al forno e altre varietà di pesce escono continuamente dalla cucina.

Non manca ovviamente il classico caciucco alla livornese, ma ricordatevi di dare un colpo di telefono a Giovanni qualche giorno prima per chiedere di averlo. Concludete il tutto con dolce e ponce alla livornese e lasciatevi stupire dal fatto che il conto sarà decisamente onesto.

Finito di mangiare potrebbe essere una buona idea passeggiare lungo il Porto Vecchio, ma ovviamente mi sono dilungato (e saziato).

Quindi ve ne parlerò in un altro post.

 


Livorno is probably not among the most sought after destinations in Tuscany but hides corners of pure local authenticity, including the Old Port with the Medici Fortress and the neighborhood called “la Venezia”, where it seems to walk near a canal in the lagoon city.

In reality, this post wants to introduce you to the delicious cuisine of my favorite seafood restaurant, a fixed destination every time I stop at home in Marina di Pisa.

I will try not to distract myself too much thinking about his dishes.

The first impression you get in the restaurant “La Cantinetta” is to be back in time, in the classic place where those working at the port looking for a good hot meal: outside there is no sign with the name of the place but a simple “Vini” writing and as soon as you enter you understand why. Before reaching the room with tables, in fact, it is possible to examine the valuable selection of wines available to accompany the courses. After that the polite Giovanni, owner of the restaurant, will have indicated the table and you start to browse the menu (mostly handwritten, because the dishes vary depending on the season and the fish caught) you will be undecided about what to taste.

Personally I can not give up the mixed antipasto of sea where among the mussels and clams sautè, the octopus salad (always very soft) and (according to the season) sea snails, “panzanella” and “her majesty” the “pappa al pomodoro” with seafood you may already be fully satisfied. With pasta dishes you can indulge in pasta with sauce, octopus, crab and others based on fish, even if the carbonara from the sea always deserves a taste.

Those who prefer the main course will be spoiled for choice: mixed fried fish, sea bream, baked sea bass and other varieties of fish come out of the kitchen continuously.

Of course, there is also the classic “caciucco alla livornese”, but remember to call Giovanni a few days before to ask to have it. Conclude all with sweet and “ponce alla livornese” and be amazed by the fact that the bill will be very honest.

After eating it might be a good idea to walk along the Old Port, but of course I have dwelt (and satisfied).

So I’ll talk about it in another post.

Archeologo con la passione per la fotografia, toscano d’adozione, attualmente lavoro a Milano per una fondazione culturale e frequento un Master di II livello in Museologia, Museografia e gestione dei Beni Culturali. Mi divido tra Vigevano e Marina di Pisa, ma ogni volta possibile prendo il primo mezzo di trasporto a disposizione, la mia macchina fotografica e cerco una nuova meta da scoprire.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *